FAQ Bando Diritto allo Studio 2021/2022

FAQs (in english)

Informazioni di carattere generale

Chi può partecipare?
Possono partecipare gli studenti che s’iscrivono a corsi istituiti: a) con il decreto ministeriale n.509/1999 (nuovo ordinamento): • di laurea triennale; • di laurea specialistica; • di laurea specialistica a ciclo unico e magistrale; • di scuola di specializzazione, esclusi gli studenti appartenenti all’area medica che beneficiano di borsa di studio, contratto di formazione lavoro o altro beneficio e remunerazione4; b) con il decreto ministeriale n.270/2004 (nuovissimo ordinamento): • di laurea; • di laurea magistrale; • di laurea magistrale a percorso unitario; c) dottorato di ricerca, con esclusione degli studenti che beneficiano della borsa di studio o altro contributo da parte dell’Università o altre Istituzioni.
A quanto ammonta la borsa di studio?
Gli importi massimi della borsa di studio sono i seguenti: • Euro 1.981,75 per gli studenti in sede; • Euro 2.898,51 per gli studenti pendolari; • Euro 5.257,74 per gli studenti fuori sede L’importo della borsa di studio è proporzionalmente ridotto, sino alla metà, in presenza di ISEE/ISEEUP superiore ai 2/3 e fino al raggiungimento della soglia stessa.
E' prevista una soglia di reddito?
Per l’a.a. 2021/2022 i limiti di reddito e patrimonio sono i seguenti: • ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente): € 23.626,32 • ISPE (Indicatore Situazione Patrimoniale Equivalente): € 51.361,58 • ISEEUP (ISEE Universitario Parificato): € 23.626,32 • ISPEUP (ISPE Universitario Parificato): € 51.361,58 Il superamento anche solo di uno di tali valori è causa di esclusione da tutti i benefici del presente bando
Devo ancora iscrivermi, posso partecipare?
La partecipazione è consentita anche a coloro che siano in attesa degli esiti dei test di ingresso o del conseguimento del titolo necessario per l’iscrizione. Eventuali cambi di corso/facoltà/ateneo rispetto a quelli indicati nel modulo di domanda, potranno essere comunicate al presidio di riferimento attraverso l’apertura di un ticket dalla propria area riservata. Il termine per regolarizzare l’iscrizione è fissato dal bando al 18 febbraio 2022.
Non conosco ancora il numero della matricola. Come posso fare?
Il campo matricola può essere lasciato in bianco. Prosegui pure con la compilazione della domanda.
Ho conseguito il diploma presso un liceo/istituto superiore che non si trova nella lista proposta dal modulo. Cosa posso fare?
Selezionane uno simile tra quelli presenti.
La scelta non influenzerà la tua posizione in graduatoria.
Non ho ancora deciso se mi iscriverò ad un'università con sede nel Lazio. Posso richiedere la borsa di studio anche presso altre regioni?
Sì.
Frequento un corso inter ateneo. Posso partecipare?
Gli studenti iscritti a corsi inter ateneo possono presentare domanda per il presente bando. Potranno essere dichiarati vincitori/idonei solo previa verifica dell’avvenuta iscrizione, entro il 18 febbraio 2022, presso un’università del Lazio e del relativo versamento della tassa regionale.
Quali borse di studio sono compatibili con le borse di studio erogate da DiSCo?
Sono compatibili le borse per l’integrazione dell’attività di formazione o di ricerca con soggiorni all’estero, e le borse di collaborazione attribuite dall’università (c.d. “150 ore”), nonché altri benefici per i quali la normativa vigente consenta il cumulo. Ai fini del presente bando, i contributi per la mobilità internazionale e borse di collaborazione 150 ore non devono essere dichiarate al momento della compilazione del modulo di domanda. Agli studenti che risultano vincitori di altro contributo o borsa per il servizio abitativo, ovvero per l’accesso gratuito o a tariffa ridotta presso una residenza/campus universitario (es. Bandi per Ospitalità Residenziale), viene attribuito lo status di “pendolare calcolato”.
Quali borse di studio sono incompatibili con le borse di studio erogate da DiSCo?
Le borse di studio erogate da DiSCo sono incompatibili con le borse di studio e/o altri benefici erogati da altri enti/soggetti pubblici e privati, ivi comprese quelle assegnate dal Ministero degli Affari Esteri e dalle università (ad es.: Wanted the Best, Don’t Miss Your Chance etc.) per il sostegno del Diritto allo Studio. Lo studente vincitore di altra borsa di studio/beneficio, può mantenere il beneficio erogato da DiSCo a condizione di aver inviato, attraverso l’apertura di un ticket, la dichiarazione della rinuncia prodotta all’altro ente erogatore del beneficio incompatibile e della documentazione attestante la restituzione degli importi eventualmente fruiti
Ho letto le faq ma non ho trovato la risposta al mio problema. Come comunico con gli uffici?
La comunicazione con gli uffici avviene in via prioritaria attraverso l’apertura di un ticket dalla propria area riservata. Problemi relativi all’accesso all’area riservata possono essere segnalati inviando una mail urp@laziodisco.it . L’apertura di un ticket è il solo modo per ottenere informazioni in merito a situazioni personali, l’URP, infatti, non ha accesso alle posizioni individuali degli studenti. Il solo canale attraverso il quale DiSCo informa in merito alle date di emissione dei pagamenti è la sezione “Storico esiti/pagamenti” all’interno dell’Area riservata.

Dichiarazione di valore (DOV)

Cosa è la dichiarazione di valore?
La ”Dichiarazione di Valore” è un documento che attesta il valore di un titolo di studio conseguito in un sistema di istruzione diverso da quello italiano.

E’ redatta in lingua italiana e rilasciata dalle Rappresentanze Diplomatiche italiane all’estero (Ambasciate/Consolati) ”competenti per zona”, vale a dire le più vicine alla città in cui si trova l’istituzione che ha rilasciato il titolo straniero.

Generalmente contiene informazioni su:

  • stato giuridico e natura dell’istituzione rilasciante;
  • requisiti di accesso al Corso di studio conclusosi con quel titolo;
  • durata legale del corso di studio e/o impegno globale richiesto allo studente in crediti o in ore;
  • valore del titolo nel sistema/Paese che lo ha rilasciato, ai fini accademici e/o professionali.

Nella Dichiarazione di Valore sono, generalmente, riportati almeno i dati seguenti:

  • cognome, nome, data e luogo di nascita del titolare
  • istituzione sotto la cui autorità e stato rilasciato l’ultimo titolo conseguito
  • data di rilascio dell’ultimo titolo conseguito
  • istituto di istruzione presso il quale sono stati ultimati o frequentati i corsi
  • campo, specializzazione, indirizzo
  • durata del ciclo di studi
  • sistema di votazione vigente
Non riesco a far emettere la dichiarazione di valore prima della scadenza del bando. Cosa devo fare?
In mancanza della dichiarazione di valore, per ora puoi semplicemente caricare un’autodichiarazione contenente i dettagli del titolo di studio straniero (ad esempio lo status giuridico e il tipo di istituzione che lo ha rilasciato, la durata legale del programma di studio e/o i crediti/le ore richiesti per completare il programma, il valore del titolo di studio nel paese di rilascio ai fini accademici/professionali). La dichiarazione di valore rilasciata dall’ambasciata/consolato italiano, dovrà essere trasmessa tramite Ticket entro e non oltre il 18 febbraio 2022.
Non ho una dichiarazione di valore. Posso usare il certificato di comparabilità rilasciato dal CIMEA?
Sì. Puoi fornire un certificato rilasciato dai centri ENIC-NARIC  o come il CIMEA  che contiene tutte le informazioni solitamente elencate nella dichiarazione di valore e richieste per la valutazione del titolo.

Richiedere i benefici

Come si presenta la domanda?
La domanda di partecipazione al Bando per il diritto allo studio 2021/2022 si presenta esclusivamente compilando il modulo online accessibile dall’area riservata entro le ore 12:00 del 28 luglio 2021. L’accesso al modulo di domanda avviene con procedure differenziate per tipologia di studente (Vedi la faq “Come si accede al modulo di domanda”). Gli studenti che intendono candidarsi ai benefici DiSCo sono tenuti a compilare il modulo in tutte le sue sezioni dichiarando la veridicità dei dati inseriti ai sensi dell’art.76 del DPR 445/2000. Terminata la compilazione il sistema richiede la trasmissione e, ove necessario, richiede di allegare specifica documentazione.
Sono uno studente italiano o residente in Italia ed ho il PIN rilasciato negli anni passati. Anche io sono tenuto ad accedere con SPID?
Si.
Ho sbagliato ad inserire i miei dati anagrafici al momento della registrazione, come posso fare?
Se hai accesso all’Area riservata, apri un ticket e chiedi la modifica utilizzando il modulo “Dichiarazione generica”. Se non hai accesso all’area riservata ma hai la PEC compila il modulo Dichiarazione generica, presente all’interno della sezione “Modulistica” (link) ed invialo all’indirizzo protocollo@pec.laziodisco.it Se non hai accesso all’area riservata e hai solo la mail ordinaria invia il modulo “Dichiarazione generica” all’indirizzo urp@laziodisco.it
A cosa serve la funzione “Sblocco”?
In caso di errori/omissioni lo studente che ha già trasmesso la domanda può effettuare modifiche utilizzando la funzione “sblocco”. Tale funzione annulla il precedente invio della domanda e dei relativi allegati. Dopo lo sblocco è necessario procedere ad una nuova trasmissione della domanda e dei relativi allegati, pena l’esclusione da tutti i benefici/servizi. L’attivazione della funzione “sblocco” annulla la domanda anche nei casi in cui non si è proceduto ad alcuna modifica. In entrambi i casi pertanto, avendo o non avendo effettuato modifiche, è necessario che lo studente proceda all’invio della domanda e degli allegati richiesti, entro il termine perentorio del 28 luglio 2021 ore 12:00. Sono dichiarati esclusi gli studenti che entro il giorno 28 luglio 2021 ore 12:00 non hanno compilato il modulo di domanda in tutte le sezioni o non hanno proceduto alla trasmissione, allegando la documentazione eventualmente richiesta. La mancata trasmissione della domanda dopo lo sblocco costituisce una insanabile causa di esclusione.

Registrazione, SPID, PIN

Come si accede al modulo di domanda?

La presentazione della domanda di borsa di studio per l’a.a. 2021/2022 avviene esclusivamente compilando il modulo online presente nell’area riservata secondo le seguenti modalità:

Tipologia di studente Modalità di accesso al modulo di domanda Ulteriori indicazioni
Studenti maggiorenni in possesso di un documento di identità rilasciato dalle autorità italiane (es. Carta di identità) anche se in possesso di credenziali DiSCo Accesso unicamente tramite SPID e poi click sul pulsante “Aggiungi richiesta” Tale disposizione si applica anche agli studenti già in possesso del PIN dispositivo dagli scorsi anni
Studenti internazionali con residenza in Italia e documento rilasciato da autorità italiane Accesso unicamente tramite SPID e poi click sul pulsante “Aggiungi richiesta” Tale disposizione si applica anche agli studenti già in possesso del PIN dispositivo dagli scorsi anni
Studenti internazionali in possesso esclusivamente di un documento di identità rilasciato da autorità estere già in possesso di credenziali DiSCo Accesso attraverso le credenziali DiSCo già in loro possesso e poi click sul pulsante “Aggiungi Richiesta +”. Il riconoscimento de visu non è richiesto nel caso in cui lo studente sia in possesso del Pin Disco rilasciato negli anni passati a seguito dell’invio, per raccomandata, della liberatoria o sia stato già identificato tramite videochiamata nel corso dell’anno accademico 2020/2021
Studenti internazionali in possesso esclusivamente di un documento di identità rilasciato da autorità estere e NON in possesso di credenziali DiSCo Prima di accedere al modulo di domanda è necessaria la registrazione sul sito www.laziodisco.it.

Poi click sul pulsante “Aggiungi Richiesta +”.

Per questa categoria di studenti è richiesto il riconoscimento de visu da effettuarsi presso il CAF convenzionato al momento della compilazione dell’ISEEUP.
Studenti minorenni residenti in Italia Prima di accedere al modulo di domanda è necessaria la registrazione sul sito www.laziodisco.it.

Poi click sul pulsante “Aggiungi Richiesta +”.

E’ richiesto il riconoscimento de visu secondo le modalità e i tempi comunicati attraverso un messaggio nell’area riservata.
Studenti minorenni NON residenti in Italia e NON in possesso di un documento rilasciato dalle autorità italiane Prima di accedere al modulo di domanda è necessaria la registrazione sul sito www.laziodisco.it.

Poi click sul pulsante “Aggiungi Richiesta +”.

 E’ richiesto il riconoscimento de visu da effettuarsi presso il CAF convenzionato al momento della compilazione dell’ISEEUP.
Chi deve registrarsi al sito www.laziodisco.it?
Tutti gli studenti internazionali non residenti in Italia, che partecipano per la prima volta ad un Bando DiSCo, per candidarsi al Bando per il diritto allo studio 2021/2022 devono preventivamente registrarsi sul sito www.laziodisco.it. La registrazione è richiesta anche per gli studenti minorenni senza distinzione tra studenti internazionali e studenti italiani.
Sono uno studente italiano o residente in Italia ed ho il PIN rilasciato negli anni passati. Anche io sono tenuto ad accedere con SPID?
Si.
Sono uno studente internazionale che già negli anni scorsi ha effettuato l’identificazione e possiedo il PIN. Devo effettuare la registrazione?
La registrazione non è richiesta per gli studenti in possesso del Pin Disco rilasciato negli anni passati a seguito dell’invio, per raccomandata, della liberatoria o sia stato già identificato tramite videochiamata nel corso dell’anno accademico 2020/2021.

Compilazione e trasmissione della domanda

Come si procede alla compilazione?
Accedi alla tua area personale secondo la modalità prevista per la tua tipologia di studente, e poi click sul pulsante “Aggiungi Richiesta +”. Il modulo è suddiviso in diverse sezioni: la compilazione deve essere effettuata in sequenza. Non è possibile passare alla sezione successiva se prima non sono stati compilati e trasmessi tutti i dati richiesti. Il sistema segnala in rosso i campi incompleti o che contengono dati errati.
Ho terminato la compilazione di tutte le sezioni, ma non riesco a trasmettere la domanda. Cosa posso fare?
Prova a chiudere il browser, svuotare la cache o ad accedere con un browser diverso. Se il problema persiste apri un ticket dalla tua area riservata. Se non hai accesso all’area riservata invia una segnalazione a urp@laziodisco.it. Le segnalazioni devono pervenire almeno tre giorni lavorativi prima della chiusura del Bando e ad avere come oggetto “Problema accesso all’area riservata”.
Fino a quando posso inviare la domanda?
Il termine ultimo per la trasmissione della domanda è il 28 luglio 2021 alle ore 12:00. Non saranno accolte domande trasmesse dopo questa data.
Posso accedere alla seconda fase se non ho trasmesso la domanda entro il 28 luglio alle 12:00?
Solo chi ha trasmesso la domanda entro il 28 luglio 2021 alle 12:00 è ammesso alla seconda fase.
A cosa serve la seconda fase?
Dal 4 agosto 2021 all’11 agosto 2021 ore 12:00 è possibile modificare o integrare i dati già trasmessi. Ricorda che l’11 agosto alle 12:00 scade il termine per effettuare le correzioni relative a: • anno di corso frequentato • crediti/esami • volontà di assumere domicilio a titolo oneroso nel comune degli studi • composizione del nucleo familiare e numero dei componenti della famiglia che non vivono in Italia.

La rettifica di eventuali errori o l’integrazione di dati deve pertanto avvenire, pena l’esclusione, entro il termine perentorio dell’11 agosto 2021 alle ore 12:00. Saranno respinte le istanze di correzione relative alle categorie sopra elencate se presentate dopo tale data.

Classificazione degli studenti

Cosa si intende per “Pendolare calcolato”?
Lo status di “Pendolare calcolato” viene attribuito a quegli studenti che, pur avendo le caratteristiche richieste per gli studenti fuori sede, non sottoscrivono entro il 30 novembre 2021 un contratto di locazione della durata minima di 10 mesi nel comune sede degli studi. Sono inoltre considerati “Pendolare calcolato” gli studenti che, pur avendo sottoscritto un regolare contratto di durata minima di 10 mesi, fruiscano a vario titolo di contributi/sussidi economici da parte di altri Enti pubblici o privati, a sostegno delle spese di locazione per lo stesso anno accademico.
Cosa si intende per studente fuori sede?
Sono considerati “fuori sede” gli studenti residenti in regioni diverse dal Lazio o nei Comuni indicati nell’allegato C del Bando, o comunque distanti oltre 50 chilometri dal Comune sede del corso di studi universitario, a condizione che abbiano sottoscritto un contratto di locazione a titolo oneroso nel comune sede degli studi della durata minima di dieci mesi nel periodo compreso tra il 1° ottobre 2020 e il 31 settembre 2021. DiSCo si riserva la facoltà di modificare anche successivamente lo status studente (in sede, pendolare, pendolare calcolato, fuori sede) in funzione delle eventuali variazioni normative regionali e nazionali per il contenimento della pandemia da Covid-19.
Ho i requisiti per esser considerato fuori sede e sono vincitore di un contributo per le spese che sosterrò per l’affitto. Questo influirà sul mio status sede?
Agli studenti vincitori di un contributo per il servizio abitativo oppure che hanno accesso gratuito o a tariffa ridotta ad una residenza/campus universitario (es. Bandi per Ospitalità Residenziale), sarà attribuito d’ufficio lo status di “pendolare calcolato”.
Cosa si intende per studente indipendente?
Per essere considerato studente indipendente, senza distinzione tra studenti italiani e studenti internazionali, deve possedere, contemporaneamente entrambi i seguenti requisiti: a) residenza esterna a quella della famiglia d’origine da almeno due anni rispetto alla data di presentazione della domanda, in alloggio non di proprietà di un suo membro; b) redditi da lavoro dipendente o assimilati fiscalmente dichiarati, da almeno due anni, non inferiori a € 6.500 annui. In assenza di tali requisiti lo studente è tenuto ad integrare presso il CAF, o attraverso il portale INPS, il proprio reddito con quello del nucleo familiare di origine, entro i termini previsti dal Bando Diritto allo Studio 2021/2022, a pena di esclusione dal beneficio.

Come compilare la sezione “Iscrizione”

Sono ancora in attesa degli esiti del test, e non sono ancora certo della facoltà a cui iscrivermi. Come devo compilare il modulo?
Scegli il corso a cui ti iscriverai con maggiore probabilità. Potrai comunicare le variazioni di corso, facoltà e ateneo aprendo un ticket dalla tua area personale.
Ho partecipato come matricola ma purtroppo non sono riuscito a laurearmi. Ho perso la borsa di studio?
No, puoi comunicare l’iscrizione al primo anno fuori corso aprendo un ticket dalla tua area personale.
Mi iscrivo ad un primo anno di laurea specialistica. Quale a.a. devo inserire come anno di prima immatricolazione?
Se è la prima volta che ti iscrivi ad un corso di laurea specialistica/magistrale l’anno di prima immatricolazione è il 2021/2022. Se sei stato precedentemente iscritto ad un corso di laurea specialistica/magistrale, nel modulo di domanda devi indicare l’anno di immatricolazione di questa precedente iscrizione.
Non trovo il mio corso di studi. Come posso fare?
La discordanza tra la denominazione del corso indicato e quella del corso effettivamente frequentato non pregiudica l’assegnazione della borsa di studio. Se non trovi il tuo corso invitiamo a selezionare l’opzione “Altro”, dando priorità alla corrispondenza della tipologia del corso (triennale, a ciclo unico, o magistrale, ecc.)
Quale anno devo inserire nel campo “anno di corso”?
Il Bando fa riferimento all’a.a.2021/2022: pertanto l’anno di corso da inserire è quello che frequenterai nell’anno accademico 2021/2022?
Ai fini del conseguimento del requisito di merito, posso conteggiare i crediti derivanti dalle ore di tirocinio di cui non ho ancora sostenuto l’esame?
Si. Ricorda che, se dichiari dei crediti da tirocinio, dovrai obbligatoriamente allegare la documentazione inerente, anche se provvisoria, entro l’11 agosto alle 12:00. I cfu derivanti dalle attività di tirocinio saranno validi per il raggiungimento del requisito di merito, solo se supererai l’esame finale entro 31 ottobre 2021, salvo impossibilità per cause imputabili all’Università. In tal caso l’esame di tirocinio deve comunque essere sostenuto e superato entro il primo appello utile.
Dove devo inserire i cfu derivanti da idoneità?
I cfu derivanti da idoneità devono essere dichiarati esclusivamente nel campo “somma totale dei crediti”.
Non ricordo di quanti punti di bonus dispongo, come posso saperlo?
Se i tuoi crediti non sono sufficienti, e hai bisogno del bonus, richiedilo al momento della compilazione del modulo di domanda. Se ancora ne disponi, il sistema ti attribuirà automaticamente i punti bonus necessari.

Passaggi di corso, trasferimenti e rinuncia agli studi

Quest’anno ho effettuato un passaggio di corso/facoltà/ateneo, posso partecipare nuovamente?
A meno che non sia stata presentata una formale rinuncia agli studi, il requisito di merito viene determinato tenendo conto degli anni di iscrizione relativi al corso di laurea precedente al passaggio o trasferimento. In caso di passaggio di corso di laurea o trasferimento di sede universitaria, l’anno di corso deve essere coerente con l’anno di prima immatricolazione e viene determinato tenendo conto degli anni di iscrizione relativi al corso di laurea precedente al passaggio o trasferimento. Per partecipare nuovamente come matricola, è necessario effettuare una formale rinuncia agli studi e restituire eventuali importi relativi a borse di studio/servizi già fruiti anche se erogati da altre regioni.

Per maggiori informazioni consulta anche la nostra guida “Cosa fare in caso di trasferimento o passaggio di corso

Ho effettuato una rinuncia agli studi. Posso iscrivermi ad un primo anno?
Sì, a condizione che: • non venga chiesto il riconoscimento di crediti/esami conseguiti/superati nella precedente carriera; • siano stati restituiti eventuali importi percepiti a titolo di borsa di studio negli anni precedenti la rinuncia (anche se erogati da altri Enti). Ricorda che per partecipare nuovamente al bando per il diritto allo studio come matricola, dovrai aver restituito in un’unica soluzione e prima della partecipazione ai concorsi, tutti gli importi eventualmente percepiti nel periodo oggetto di rinuncia, o riferiti al costo dei servizi eventualmente fruiti. Nell’ipotesi in cui i benefici siano stati erogati da un altro ente per il diritto allo studio, lo studente deve comprovare, tramite idonea documentazione (quietanza di bonifico), la restituzione di quanto percepito negli anni oggetto della rinuncia agli studi.
Sono in possesso di una laurea triennale e vorrei iscrivermi ad un corso di laurea a ciclo unico. Posso partecipare?
Sì. Gli studenti già in possesso di un titolo di laurea triennale che si iscrivono ad un corso di laurea a ciclo unico, possono usufruire dei benefici a partire dal 4° anno e per gli anni di corso residui per il conseguimento del titolo di laurea a ciclo unico (a partire dall’anno di prima immatricolazione).

Documentazione relativa reddito – Studenti con reddito prodotto in Italia

Sono uno studente con reddito prodotto in Italia, quale documentazione è richiesta?
Per accedere ai benefici previsti per l’a.a. 2021/2022 è richiesto l’ISEE specifico per le prestazioni agevolate per il diritto allo studio. Per la partecipazione al presente bando sono ritenute valide solo le DSU sottoscritte tra il 1 gennaio 2021 e il 28 luglio 2021. La DSU deve essere sottoscritta sul portale INPS o tramite un CAF, Centro di Assistenza Fiscale, e fare riferimento ai redditi e al patrimonio dell’anno 2019 (duemiladiciannove). La documentazione relativa al calcolo ISEE non deve essere allegata alla domanda: DiSCo acquisisce i valori ISEE/ISPE autonomamente interrogando la banca dati INPS. Per l’a.a. 2021/2022 i limiti di reddito e patrimonio sono i seguenti10: • ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente): € 23.626,32 • ISPE (Indicatore Situazione Patrimoniale Equivalente): € 51.361,58 Il superamento anche solo di uno di tali valori è causa di esclusione dai benefici del presente bando. In nessun caso è concessa l’opzione di confermare il reddito/patrimonio dichiarato negli anni precedenti. La sottoscrizione della DSU dopo il 28 luglio 2021 costituisce causa insanabile di esclusione.

Documentazione relativa al reddito – Studenti con reddito prodotto al di fuori dell’Italia

La mia famiglia produce redditi in un paese diverso dall’Italia, quale documentazione devo portare?
La condizione economica degli studenti internazionali con nucleo familiare residente fuori dall’Italia, e degli italiani residenti all’estero non iscritti all’AIRE, è definita attraverso l’indicatore della situazione economica equivalente all’estero (c.d. ISEEUP o ISEE Universitario Parificato), calcolato come la somma dei redditi percepiti da ogni componente del nucleo familiare nel 2019 e del 20% del patrimonio posseduto al 31 dicembre 2019, rapportando il valore ottenuto al parametro della scala di equivalenza, applicato al nucleo familiare in relazione al numero dei componenti Per la partecipazione al bando per il diritto allo studio 2021/2022 l’ISEEUP è valido esclusivamente se sottoscritto presso uno dei Caf convenzionati entro il 31 dicembre 2021. Esclusivamente per gli studenti provenienti dai Paesi ove esistono comprovate difficoltà al rilascio della certificazione da parte della locale Ambasciata italiana, eventualmente individuati dall’Ente, tale documentazione è resa dalle competenti rappresentanze diplomatiche o consolari estere in Italia ricorrendo al modulo presente nell’allegato D del presente bando. Se necessario tale certificazione deve essere legalizzata dalla Prefettura.
Devo presentare l’ISEEUP anche se sono un cittadino comunitario?
Quale documentazione devo presentare ai CAF convenzionati per il rilascio dell’ISEEUP?
Dovrai presentare presso uno qualsiasi dei CAF convenzionati la documentazione rilasciata dalle autorità del paese in cui sono stati prodotti i redditi (e/o dove si trovano gli immobili) attestante: • la composizione del nucleo familiare di origine, contenente nome, cognome e data di nascita di ciascuno, nonché l’eventuale assenza di uno o entrambi i genitori, al fine di individuare il corretto parametro della scala di equivalenza; • redditi lordi percepiti nel Paese d’origine nel 2019 da ciascun componente del nucleo familiare (l’eventuale mancata produzione di redditi deve essere specificata nella documentazione); • gli eventuali fabbricati posseduti da ciascuno di essi alla data del 31 dicembre 2019 con l’indicazione della relativa superficie, nonché il patrimonio mobiliare disponibile alla medesima data (l’eventuale assenza di patrimonio mobiliare deve essere espressamente specificato nella documentazione); • eventuale canone di locazione sostenuto per l’abitazione di residenza del nucleo familiare. La documentazione, tradotta dalle autorità consolari italiane competenti per territorio, dovrà essere consegnata al CAF convenzionato il quale provvederà anche al riconoscimento de visu richiesto dal bando per il diritto allo studio 2021/2022. Non può essere accettata alcuna forma di dichiarazione sostitutiva, autocertificazione, affidavit, dichiarazione giurata.
I miei redditi e il mio nucleo familiare non sono cambiati rispetto alla documentazione rilasciata lo scorso anno. Devo comunque produrre l’ISEEUP?
Sono un rifugiato politico. Quale documentazione devo presentare?
Gli studenti extra U.E. con status riconosciuto di rifugiati sono tenuti alla sottoscrizione della Dichiarazione Sostitutiva Unica – DSU entro il 28 luglio 2021.
L’ambasciata italiana nel mio paese non rilascia la certificazione richiesta. Cosa devo fare?
Segnala il problema aprendo un ticket dalla tua area riservata. Gli uffici contatteranno l’ambasciata e ti comunicheranno se potrai presentare la documentazione rilasciata dalle competenti rappresentanze diplomatiche o consolari estere in Italia ricorrendo al modulo presente nell’allegato D del presente bando. Non rivolgerti alla rappresentanza del tuo paese in Italia se non hai prima ottenuto il benestare dell’ufficio.

Modalità di pagamento

Come mi sarà pagata la borsa di studio?
La borsa di studio viene pagata esclusivamente tramite le seguenti modalità: • accredito bancario su un conto corrente italiano intestato allo studente o cointestato • accredito su carta prepagata (purché con capienza sufficiente) • accredito su carta Ateneo + DiSCo (rilasciata a titolo gratuito dalla Banca Popolare di Sondrio, per maggiori informazioni consulta il sito della banca www.popso.it) Non è previsto l’accredito su libretti postali o su conti correnti con intestatario diverso dallo studente.
Come e quando comunicare la modalità di pagamento prescelta?
La modalità di pagamento prescelta deve essere, preferibilmente, comunicata al momento della compilazione del modulo di domanda e comunque entro 6 mesi dalla nomina a “vincitore”. La funzione “Modalità di pagamento”, presente all’interno della tua Area riservata, ti consentirà di comunicare la modalità di pagamento o di cambiare il codice IBAN per l’accredito.
Non ho un conto corrente, posso mettere quello dei miei genitori?
No. Il conto deve essere intestato a te, o eventualmente cointestato. I pagamenti su conti con intestatari diversi dallo studente non andranno a buon fine.
Posso chiedere l’accredito su un libretto postale?
No. L’IBAN inserito deve necessariamente essere associato ad un conto corrente, o ad una carta prepagata con IBAN.
Sono uno studente internazionale ed ho difficoltà ad aprire un conto bancario in Italia. Come posso fare?
Gli studenti internazionali che incontrano difficoltà nell’apertura di un conto bancario in Italia, possono inserire un IBAN estero, purché parte del circuito SEPA. In questo caso DiSCo non si assume responsabilità per ritardi o mancati accrediti. Gli eventuali costi delle operazioni relative ai mandati non andati a buon fine sono detratti dalla borsa di studio.
Quando mi sarà accreditata la 1^ rata della borsa di studio?
Le notizie relative ai pagamenti vengono comunicate esclusivamente attraverso la sezione “Storico esiti/pagamenti”, posta all’interno dell’Area riservata, e/o nella sezione “Comunicazioni” del sito istituzionale www.laziodisco.it. L’erogazione della prima rata è prevista entro due mesi dalla pubblicazione delle graduatorie, fatta salva la disponibilità dei fondi. • Agli studenti vincitori iscritti ad un primo anno di corso, viene erogato un importo pari al 25% del valore complessivo della borsa di studio spettante. • Agli studenti vincitori iscritti ad anni successivi di corso, viene erogato un importo pari al 50% del valore complessivo della borsa di studio spettante. Ai vincitori di posto alloggio sulla prima rata viene detratto l’importo di € 450 a titolo di anticipo sul costo del servizio abitativo, e viene effettuata una ulteriore ritenuta di € 2 quale costo della ricevuta fiscale.
Quando riceverò la seconda rata?
Le notizie relative ai pagamenti vengono comunicate esclusivamente attraverso la sezione “Storico esiti/pagamenti”, posta all’interno dell’Area riservata, e/o nella sezione “Comunicazioni” del sito istituzionale www.laziodisco.it. La seconda rata, che costituisce il saldo di borsa, viene erogata agli studenti previa verifica del possesso dei requisiti definiti nel presente bando, anche in riferimento alla regolarità del contratto di affitto dichiarato e registrato presso l’Agenzia delle Entrate, nonché della regolare verbalizzazione da parte delle segreterie delle università, del numero di crediti previsto. Lo studente che non provvede al rilascio del posto alloggio entro il 31 luglio 2022 non ha diritto al saldo della borsa di studio. • Agli studenti matricole che entro il 10 agosto 2022 abbiano conseguito il requisito di merito richiesto all’art 6.1, è corrisposto il saldo della borsa di studio a partire dal mese di ottobre 2022. • Agli studenti iscritti ad anni successivi al primo, la seconda rata viene erogata a partire dalla fine del mese di giugno 2022, fermo restando il trasferimento dei fondi necessari da parte della Regione Lazio. L’importo è pari al 50% del valore complessivo della borsa di studio spettante. • Ai vincitori di posto alloggio la seconda rata viene erogata nel mese di settembre 2022 dietro verifica del rilascio del posto assegnato entro il 31 luglio 2022. • Agli studenti iscritti al dottorato di ricerca e alla scuola di specializzazione, il pagamento del saldo avviene dietro l’accertamento dell’iscrizione all’anno di corso successivo, e con le tempistiche indicate nei punti a) e b). • Ai vincitori di posto alloggio la seconda rata viene erogata previa verifica dell’effettivo rilascio del posto assegnato entro il 31 luglio 2022. Ai vincitori di posto alloggio viene detratto dalla seconda rata l’importo del servizio fruito calcolato dalla data di decorrenza del beneficio, e viene effettuata una ritenuta di € 2 quale costo della ricevuta fiscale. In ogni caso il saldo della borsa di studio avviene previa verifica della regolare verbalizzazione da parte delle segreterie delle università e fermo restando il trasferimento dei fondi necessari da parte della Regione Lazio.